15 gennaio 2008

Morale basso a Foggy Bottom

Foggy Bottom e' il soprannome con cui i diplomatici americani chiamano l'edificio che ospita sulla riva del fiume Potomac il Dipartimento di Stato.

I dati del survey annuale realizzato dalla AFSA (American Foreign Service Association) indicano una crescente frustrazione nei ranghi della diplomazia a stelle e strisce.

Pochi mesi fa si verifico' una pubblica insurrezione allorche' il Segretario di Stato Rice evoco' la possibilita' di tour of duty obbligatori in Iraq. In quella circostanza, diplomatici americani misero apertamente in discussione il meccanismo delle assegnazioni all'estero, minacciando dimissioni in massa.

Nei ranghi delle diplomazie dei principali Paesi e' luogo comune riferirsi alla Carriera come ad una "vocazione" cui sacrificare le esigenze familiari. Si tratta di un atteggiamento considerato sempre meno compatibile con una visione "omologante" della Carriera rispetto ad altre della pubblica amministrazione. E' opinione diffusa che continuare a considerare in tali tradizionali termini il servizio diplomatico costituisce un fattore di penalizzazione dell'appeal di questa scelta professionale, in particolare tra quanti (uomini e donne) che fanno della realizzazione sul piano personale (ad es. attraverso la costituzione di una famiglia) un ragionevole obiettivo di autogratificazione.

Nessun commento:

ShareThis

 
Template by Blografando