26 marzo 2008

Prova di lingua francese nel concorso

Rispondo ad Antonio circa l’ipotesi di modificare le modalità di svolgimento del concorso con la proposta di "declassificazione" del francese.

Non ho una risposta ma credo che l’avremo tutti a breve se, come si dice, il bando e’ prossimo.

La "declassificazione" non sarebbe comunque una novita’. Quando feci il concorso il francese in effetti non era lingua obbligatoria.

Ricordo che i francesi ci rimasero male e che si rallegrarono invece molto con la Farnesina quando il francese fu ripristinato allo stesso livello dell’inglese.

I francesi si aspettano solidarieta’ dai “cugini” italiani.

In generale, a Parigi ci tengono a che il francese mantenga non solo un ruolo storico di lingua della diplomazia ma anche uno status di grande lingua veicolare.

Lo dimostra ad esempio l'ostinazione nell' esprimersi in francese anche nelle riunioni in cui l'inglese e' la lingua di lavoro preferenziale.

Spesso i colleghi francesi ricevono istruzioni precise e tassative da Parigi in tal senso.

Lo dimostra anche l'impegno nella promozione della “francofonia” di cui il 20 marzo si e’ celebrata l’annuale giornata.

Nessun commento:

ShareThis

 
Template by Blografando