27 maggio 2008

Bando!


L'atteso concorso diplomatico per 25 posti di Segretario di Legazione in prova e' stato bandito il 23 maggio 2008.

Maggiori dettagli sono sul sito del Ministero degli Esteri.

La scadenza per la domanda di partecipazione e' fissata al 7 luglio 2008.

Dateci sotto con i libri e in bocca al lupo!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

BANDO DISCRIMINATORIO DEL MINISTERO AFFARI ESTERI PER LA CARRIERA
DIPLOMATICA, CHI E' SPOSATO E' AVANTAGGIATO. E CHI NON PUO' SPOSARSI ?
VIOLATE LE DIRETTIVE EUROPEE.

INTERROGAZIONE DEI PARLAMENTARI RADICALI



Nel bando pubblicato nei giorni scorsi dal Ministero degli Affari Esteri
per lacarriera diplomatica
(http://www.esteri.it/mae/doc_concorsi_gare/BandoDefinitivoConcorsoDiplomatico2008.pdf)
è previsto, come requisito di accesso,un'età inferiore ai 35 anni,
innalzata di un anno nel caso ilcandidato sia coniugato. I parlamentari
radicali, Elisabetta Zamparutti, Maria Antonietta Farina Coscioni, Matteo
Mecacci, Donatella Poretti e Marco Perduca hanno depositato
un'interrogazione sia alla Camera dei deputati cheal Senato della
Repubblica sulla vicenda. Violata la Direttiva Europea2000/78/CE. Tra i
punti elencati che dimostrano evidenti discriminazioni quello delle
persone gay che non possono sposarsi.

Diseguito il testo integrale dell'interrogazione:



Interrogazione a risposta scritta Al Ministero per gli Affari Esteri - Al
Ministero per le Pari Opportunità



Premessoche:

Nel bando appena pubblicato dal Ministero pergli Affari Esteri italiano
per accedere al concorso per la carrieradiplomatica è previsto, come
requisito di accesso, un'età inferioreai 35 anni, innalzata di un anno
nel caso il candidato siaconiugato.

La direttiva europea2000/78/CE, che stabilisce un quadro generale per la
parità di trattamento inmateria di occupazione e di condizioni di lavoro,
vieta le discriminazioni fondate, tra l'altro, sulla religione o le
convinzioni personali, sull'età ole tendenze sessuali, per quanto concerne
l'occupazione e le condizioni dilavoro, ed in particolare le condizioni di
accesso all'occupazione e al lavoro, sia dipendente che autonomo, compresi
i criteri di selezione e le condizioni di assunzione indipendentemente dal
ramo di attività e a tutti i livelli della gerarchia professionale, nonché
alla promozione.

Sono proibite discriminazioni indirette, che sussistono quando una
disposizione, un criterio o una prassi apparentemente neutri possono
mettere in una posizione di particolare svantaggio le persone, tra
l'altro, di una particolare età o di una particolare tendenza sessuale,
rispetto ad altre persone, a meno che tale disposizione, tale criterio o
tale prassi siano oggettivamente giustificati da una finalità legittima e
i mezzi impiegati per il suo conseguimento siano appropriati e necessari,
e che per la natura di un'attività lavorativa o peril contesto in cui essa
viene espletata, tale caratteristica costituisca un requisito essenziale e
determinante per lo svolgimento dell'attività lavorativa, purché la
finalità sia legittima e il requisito proporzionato.

L'articolo 6 della direttiva prevede che gli Stati membri possano
prevedere che le disparità ditrattamento in ragione dell'età non
costituiscano discriminazione laddove esse siano oggettivamente e
ragionevolmente giustificate, nell'ambito del diritto nazionale, da una
finalità legittima e i mezzi per il conseguimento di tale finalità siano
appropriati e necessari.



Per sapere:



- Non ritiene il Governo che la previsione di unlimite di età di 35 anni
per accedere al concorso per la carriera diplomatica, nonché la previsione
dell'innalzamento di un anno nel caso incui il candidato sia coniugato,
sia discriminatoria, dato che questa non é oggettivamente e
ragionevolmente giustificata da una finalità legittima e chei mezzi per il
conseguimento di tale finalità non siano appropriati enecessari, oltre a
non essere un requisito essenziale e determinante oproporzionato per lo
svolgimento dell'attività lavorativa?

- Non ritiene il Governo che tale discriminazione sia basata non solo
sull'età ma anche sull'orientamento sessuale, dato che inItalia le unioni
tra persone dello stesso sesso non sono riconosciute?

- Non ritiene il governo che tale requisito, che noné basato su alcun
titolo o esperienza lavorativa precedente, ma solamente sulsuo stato
civile di persona sposata o non sposata, sulle condizioniindividuali
sociali della persona, nonché sulle sue convinzioni rispetto al
matrimonio, sia una discriminazione fondata anche sulle convinzioni
personali e sulla religione?

- Non ritiene il governo che tale bando di concorso,come ogni pratica
simile, metta l'Italia a rischio di infrazione della direttiva
comunitaria?


I DEPUTATI :Elisabetta Zamparutti, Maria Antonietta Farina Coscioni,
I SENATORI: Donatella Poretti, Marco Perduca

Anonimo ha detto...

Io essendo laureata in lingue, non posso purtroppo accedere a questo concorso...sto facendo comunque un tirocinio MAE CRUI in un consolato negli Stati Uniti, presso l'ufficio culturale, e il tipo di lavoro mi piace moltissimo. Mi saprebbe per caso dire se il Ministero ha intenzione di fare uscire il bando anche per gli addetti alla promozione culturale all'estero quest'anno o nel 2009? Secondo Lei, avere un tirocinio del genere nel curriculum mi può aiutare al concorso? Ho solo la laurea specialistica, stavo valutando di fare un master di secondo livello in Relazioni Internazionali, ma sono un po' delusa dal tipo preparazione che offre l'università italiana (ad esempio, la specialistica non mi ha dato niente di più della laurea triennale e non so se vale la pena spendere altri 4.000 euro in un ennesimo master).
Lei me lo consiglia?
Grazie mille per l'attenzione.

Simona

Paco ha detto...

Caro Diplomentor,

intanto mille grazie per il tuo Blog. Piccola Stella Polare nel nostro percorso verso la Farnesina.

Ho da chiedere, e spero sia questo il posto giusto per farlo, se l'essere iscritto a qualche partito sia motivo di possibili problemi od ostacoli per accedere alla carriera diplomatica.

L'essere "neutrale" è una condizione necessaria? Obbligatoria ? Oppure solo consigliabile? La carriera ne è eventualmente rallentata in qualche modo?

Grazie e a presto.
Paco.

Anonimo ha detto...

Una domanda che può sembrare ingenua al prezioso Diplomentor.
Sono avvocato d'affari, presto prenderò la seconda laurea in scienze politiche (triennale) per la quale ho studiato nel tempo libero, e per passione. Non avevo considerato la carriera diplomatica, ma viste le novità (in particolare innalzamento età massima e seconda lingua) potrei ripensarci. La mia domanda: può aver senso pensare di tentare il concorso potendo dedicare poco tempo alla preparazione, da spalmare in diciamo un tre anni di tempo? meglio: può aver senso pensare ad un ingresso in diplomazia ad un età vicina ai 35 anni?
So che è in genere consigliato uno studio molto assiduo per minimo un anno. Ma nel mio caso potrei pensare di iscrivermi alla laurea specialistica e così avere la "scusa" per preparare il concorso. Inoltre, mi chiedo se esistano corsi di preparazione al concorso che non richiedano un impegno troppo gravoso in termini di tempo (mi pare siano tutti full time). Troppe domande? la confusione è tanta...
Business Lawyer

ShareThis

 
Template by Blografando