10 maggio 2008

Diplomazia e Universita'


Nei commenti e nelle mail ricorre il riferimento alla vaghezza che sia l'universita’ che i corsi di preparazione al concorso offrono sulla realta’ della carriera diplomatica.

In tal senso, una esperienza interessante, volta a colmare il gap tra l’universita’ e la diplomazia, e’ quella americana.

Il Dipartimento di Stato gestisce un programma che si chiama "Diplomats in Residence".

Funzionari "senior" vengono distaccati presso le universita' americane con l'incarico di promuovere la carriera diplomatica come un possibile e gratificante sbocco professionale per i giovani.

La Farnesina (l'Istituto Diplomatico in particolare) fa qualcosa di simile.

Ad esempio - ormai qualche anno fa purtroppo – al Cesare Alfieri di Firenze fu una conferenza dell'Ambasciatore Sergio Cojancich a farmi balenare per la prima volta l'idea di intraprendere la carriera diplomatica.

Anche l’Ambasciatore a riposo Pascarella ha svolto analoga attivita’ nelle universita' italiane.

L'iniziativa americana cui ho accennato ha tuttavia un carattere strutturato. E' essenzialmente un'attivita' di outreach e di mentorship per quanti si preparano all'esame per accedere al Dipartimento di Stato.

Al di la' di una informazione piu' completa sulla carriera, un programma del genere ha anche il merito di appagare il desiderio di quei diplomatici che - usciti per limiti d'eta' dal Ministero - desiderano ancora mantenere un legame con la Casa.

Cio’, oltre allo scopo di assicurarsi una sorta di "terzo tempo" negli anni della pensione, ha anche il fine di preservare, attraverso l'insegnamento, un ricco patrimonio di esperienza e competenze che, se non trova sfogo nella memorialistica, rischia di essere purtroppo destinato all'oblio.

Maggiori informazioni sul programma “Diplomats in Residence” si trovano sul sito del Dipartimento di Stato.

Sarei curioso di conoscere le vostre opinioni in proposito.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Queste sono inizative tipiche delle università americane, che si rapportano con il mondo del lavoro molto più delle nostre....anche se, devo dire, in Italia la diplomazia si promuove (in alcune) università forse più del settore privato...vengono organizzati dibattiti, conferenze e seminari che (tra le altre cose) hanno lo scopo di presentare la carriera diplomatica....certo, sono tutte iniziative che coinvolgono pochi corsi di laurea (relazioni internazionali, scienze internazionali e diplomatiche), ma perchè si rivolgono a chi è più interessato...e soprattutto sono organizzati da poche università....e poche volte all'anno. Mi interessava Globe...pecato che Palermo per me sia un pò distante!

ShareThis

 
Template by Blografando