18 agosto 2008

Come funzionera' DiploMentor 2.0


Sono molto incoraggiato dalla risposta, superiore alle aspettative, che ha finora ricevuto l'apertura delle iscrizioni al progetto elearning di DiploMentor.

Qualcuno mi ha chiesto dettagli su come funzionera' la piattaforma didattica. Ne delineo i tratti principali. Essa conterra' prodotti multimediali (audio, animazioni, video, ecc.). Ma non solo. DiploMentor non intende infatti essere un canale a senso unico. La sua caratteristica principale sara' l'interattivita' tra studenti e docenti.

Dal punto di vista tecnico, DiploMentor sara' basato sul software open source Moodle.

La didattica sara' strutturata in modo tale da non ripetere un corso universitario e al contempo da non essere eccessivamente specialistica.

Naturalmente poiche' la partecipazione e' finalizzata alle prove scritte del concorso diplomatico, all'insegnamento si accompagnera' periodicamente una simulazione delle prove scritte, fatta nei tempi e con le modalità richieste dal Ministero.

E' inoltre intenzione prevedere esercitazioni scritte propedeutiche alla simulazione, con dei "cases" da esaminare e dibattere con i docenti e tra colleghi.

DiploMentor fara' ampio ricorso a strumenti tipi del cosiddetto web 2.0. e cioe' blog, wiki, forum, RSS, ecc.. Conto inoltre di ricorrere attivamente a strumenti di "social networking" ed in particolare di "social bookmarking" (Delicious ma soprattutto Diigo, entrambi gratuiti) che oltre a salvare, annotare e condividere segnalibri, permettono anche di annotare le stesse pagine web. L'annotazione puo' essere condivisa attivando cosi' delle vere e proprie conversazioni tra docenti e studenti.

Per quello che mi riguarda direttamente, proporro' delle simulazioni presentando degli scenari tipici dell'attivita' diplomatica. Una specie di palestra per allenarvi a pensare come un diplomatico e ad agire di conseguenza.Cio' consentira' di abituare i partecipanti a riflettere, a scrivere tanto e soprattutto a farlo bene.

Per le loro implicazioni politiche, giuridiche, economiche gli scenari si prestano all'interazione anche dei docenti negli aspetti di rispettiva competenza, consentendo di applicare le conoscenze teoriche di base delle materie concorsuali a contesti pratici ed operativi.

Credo che questo aspetto del corso sara' particolarmente utile soprattutto per sviluppare effettive capacita' attitudinali (rispondo cosi' almeno in parte anche a Riccardo) e capacita' di problem solving. Queste sono "skill" che potrebbero essere utili per quanti che, avendo superato le prove scritte del concorso, affronteranno gli orali.

Sono fiducioso che questa esperienza didattica sara' formativa, stimolante ed anche divertente.

Nessun commento:

ShareThis

 
Template by Blografando