14 ottobre 2008

Stati Uniti: nuove modalita' del concorso diplomatico


Il Dipartimento di Stato, in collaborazione con la celebre agenzia di consulenza McKinsey, ha profondamente
rivisto il Foreign Service Officer Test (FSOT) il primo gradino della selezione prevista per entrare nella diplomazia a stelle e striscie.

Ad una prima analisi, rispetto all'Italia c'e' meno enfasi sulle nozioni e piu' sulle qualita' complessive del candidato (in particolare su quelle attitudinali) e le sue capacita' gestionali.

Le modalita' per fare l'esame sono piu' decentrate rispetto all'Italia. E' possibile fare il FSOT al computer. Naturalmente per le prove orali bisogna poi andare a Washington.

La struttura dell'esame evidenzia il pragmatismo di fondo del pensiero americano. L'esame tende ad accertare le qualita' gestionali del candidato che verranno messe alla prova fin dai primi anni in carriera.

A Foggy Bottom, piu' che disporre di raffinati pensatori, preme poter contare su abili amministratori.

Il nuovo FSOT e' descritto in dettaglio da Andrew Curry sulla rivista Foreign Policy.

L'esame americano e' comunque molto selettivo. Nel 2006, i candidati sono stati oltre 17.000. Solo il 10 per cento ha superato gli scritti. In totale meno del 3 % dei candidati che ha fatto domanda e' stato assunto.

E' dunque statisticamente piu' facile entrare alla Harvard Business School.

Nonostante la difficolta' e il diffuso malessere dei ranghi medi ed alti della diplomazia americana lavorare al Dipartimento di Stato continua ad essere un obiettivo ambitissimo dei giovani.

Meglio di un impiego a Foggy Bottom sono solo quelli offerti dal "dream team" composto da Google, Disney ed Apple.

Chi vuole cimentarsi nel campione del test diffuso dal Dipartimento di Stato puo' farlo scaricandolo da questo link. E' un documento molto utile anche per l'inquadramento offerto delle sfide della professione diplomatica. Ne consiglio la lettura.

Apro sul social network un nuovo forum per discutere delle modalita' del concorso diplomatico e dei possibili suggerimenti, sulla base anche di esperienze come quella americana, per renderlo sempre piu' idoneo a selezionare i neo-diplomatici italiani.

1 commento:

Anonimo ha detto...

salve,
sto frequentando il terzo anno di scienze delle relazioni internazionali e delle istituzioni internazionali alla statale di milano.
Desidero orientare i miei studi frequentando una facoltà specialistica che possa prepararmi a dovere per una carriera nel campo internazionale e perchè no nell'esame per diplomatici.
In Italia qual'è la più rinomata?
per ora sono a conoscienza solo dell'istituto diplomatico di bruges (per cui bisogna però essere già dottori specialistici) e della georgetown university a washington(msfs)ma non so se il loro corso master of arts postgraduate possa valere in italia o equivalere al nostro +2

ps è possibile creare una pagina, anche sul social network, dove discutere di questi argomenti o indicare dove reperire tali informazioni?
grazie anticipatamente
matteo

ShareThis

 
Template by Blografando